);
Isola di Capraia

Isola di Capraia

L'Isola di Capraia è situata nel Canale di Corsica ed è la terza isola dell'Arcipelago Toscano per estensione. L'Isola, Comune autonomo in Provincia di Livorno è più...
L'Isola di Capraia è situata nel Canale di Corsica ed è la terza isola dell'Arcipelago Toscano per estensione. L'Isola, Comune autonomo in Provincia di Livorno è più vicina alla costa della Corsica che a quella Toscana. Ma le sue peculiarità non finiscono quì. Capraia è anche la più “selvaggia”, ospitando solo circa trecento abitanti che occupano lolo il nord dell'isola. Il resto del territorio è parte del Parco nazionale dell'Arcipelago toscano. Inoltre l'isola è l'unica di origine vulcanica dell'arcipelago e consente ai visitatori di osservare i resti delle colate laviche, impressionati falesie, faraglioni, archi naturali, grotte e la spettacolare cala rossa, residuo...
Il castello di Tocchi

Il castello di Tocchi

Immerso nei boschi il castello, nominato nei documenti gia dal secolo XII si presenta oggi come un agglomerato di case che ricalca il perimetro delle...
Immerso nei boschi il castello, nominato nei documenti gia dal secolo XII si presenta oggi come un agglomerato di case che ricalca il perimetro delle mura.
Lari e il castello dei Vicari

Lari e il castello dei Vicari

"Venni a Lari e dalla sua rocca mostrai paese vasto, la parte più bella della Toscana". Con queste parole il Granduca di Toscana Leopoldo II...
"Venni a Lari e dalla sua rocca mostrai paese vasto, la parte più bella della Toscana". Con queste parole il Granduca di Toscana Leopoldo II volle ricordare la visita a questo piccolo paese in provincia di Pisa, che è stato sede, durante tutto il periodo Granducale, di un importante Vicariato. E quel vasto e bel paesaggio di campagna descritto da Leopoldo II si può ammirare ancora oggi dalla posizione dominante del castello che consente una vasta visuale sulla Valdarno, spaziando fino al mare.Storicamente la zona fu abitata fin dal periodo etrusco, come testimoniano vari ritrovamenti effettuati nel territorio, oggi conservati...
Il castello di Querceto

Il castello di Querceto

Querceto è un piccolo borgo compreso nel vasto territorio del comune di Montecatini Val di Cecina. E' situato sulla sinistra del fiume Cecina, sul versante...
Querceto è un piccolo borgo compreso nel vasto territorio del comune di Montecatini Val di Cecina. E' situato sulla sinistra del fiume Cecina, sul versante nord del complesso boschivo di Monterufoli.Il toponimo è di etimologia floreale e deriva con tutta probabilità dalla vegetazione presente in zona. [FinalTilesGallery id='10'] Viene citato fin dall'ottavo secolo e nel Medioevo assume una certa importanza. Tuttavia subisce l'influenza della potenza della vicina Volterra come si legge a più riprese in atti storici. Prima cade sotto l'egemonia dei vescovi di Volterra come riportano alcuni diplomi di Enrico VI del 1186 e di Federico II del 1224....
Monteriggioni, terra murata

Monteriggioni, terra murata

Monteriggioni si trova in provincia di Siena, sul tracciato dell'antica via francigena. Il borgo fortificato venne edificato a partire dal 1203 sul Monte Ala. Ancora...
Monteriggioni si trova in provincia di Siena, sul tracciato dell'antica via francigena. Il borgo fortificato venne edificato a partire dal 1203 sul Monte Ala. Ancora oggi la sua suggestiva cinta muraria, quasi intatta si staglia su un verde rilievo. E' il più significativo esempio di "terra murata" nel senese, e tra i maggiori della Toscana. La cinta muraria è di forma ellittica, per adattare il perimetro alla forma della collina. Ha una lunghezza di 570 metri ed è costellata da 14 torri. Al castello si accede da due porte, una a levante che guarda verso Siena, detta porta romea o...
Castelnuovo Garfagnana

Castelnuovo Garfagnana

Castelnuovo Garfagnana è il capoluogo dell'omonima valle, che si trova in provincia di Lucca. E' situato alla confluenza del torrente Turrite Secca nel fiume Serchio,...
Castelnuovo Garfagnana è il capoluogo dell'omonima valle, che si trova in provincia di Lucca. E' situato alla confluenza del torrente Turrite Secca nel fiume Serchio, come ci ricorda Ludovico Ariosto, che vi soggiornò: "...dove da diversi fonti / Con eterno rumor confondon l'acque / La Turrita col Serchio fra due ponti" (Ariosto, Satira V). [FinalTilesGallery id='3'] Storia: Le prime memorie scritte di Castelnuovo risalgono al secolo VIII: il paese sotto nome di Castro Novo, e la chiesa di S. Pietro esistevano nel 740, come comprovato da documenti dell'Archivio Arcivescovile di Lucca. Successivi documenti ne attestano l'importanza fino dal Duecento. Alcuni storici...
Il castello di Populonia

Il castello di Populonia

[supsystic-gallery id=13 position=center]"Proxima securum reserat Popuilonia litus, qua naturalem ducit in arva sinum…": ovvero "Prossima, Populonia schiude il suo lido sicuro portando il golfo naturale...
[supsystic-gallery id=13 position=center]"Proxima securum reserat Popuilonia litus, qua naturalem ducit in arva sinum…": ovvero "Prossima, Populonia schiude il suo lido sicuro portando il golfo naturale in mezzo ai campi…" Così descriveva l'avvicinamento a Populonia il nobile romano Claudio Rutilio Namaziano, in viaggio verso la Gallia. Questa immagine descrive bene ancora oggi il panorama di Populonia. Questo piccolo borgo di origini etrusche è situato sulla punta settentrionale del promontorio di Piombino (Li) e domina il golfo di Baratti con il suo castello del XV secolo.  Storia: Delle origini etrusche di Populonia restano ampie testimonianze archeologiche sparse in tutto il promontorio. L’area...
Il Castello di Fosini

Il Castello di Fosini

[supsystic-gallery id='11'] Il Castello di Fosini si erge nel comune di Radicondoli (SI), ma è geograficamente parte del territorio di Castelnuovo Val di Cecina (PI)...
[supsystic-gallery id='11'] Il Castello di Fosini si erge nel comune di Radicondoli (SI), ma è geograficamente parte del territorio di Castelnuovo Val di Cecina (PI) essendo situato alle sorgenti del torrente Pavone di fronte alla "Cornata di Gerfalco". Le prime testimonianze del castello di Fosini risalgono alla metà del XII secolo, e testimoniano il suo inserimento nei possedimenti dei vescovi di Volterra. Successivamente fu feudo della famiglia dei Pannocchieschi, conti del vicino castello di Elci. In seguito entrò nell'ambito della sovranità senese, probabilmente sotto il dominio dei conti d'Elci. Il castello ha una sagoma quadrangolare disposta attorno ad un cortile...